Cosa è la gamification: dalle origini ai giorni nostri

Storia ed evoluzione della gamification. Dalla conferenza del 2010 del game designer Jesse Schell ad Yu-Kai Chou (Taiwan), per arrivare a 3 casi di studio: una campagna marketing, una corsa ed un esperimento sociale.

Si conclude l’episodio sulla gamification analizzandone la storia e l’evoluzione. Da una conferenza del 2010 con il game designer americano Jesse Schell (e da un ancora più datato sito web), passando per libri e framework con l’esperto di gamification formosano (nato cioè a Taiwan) Yu-Kai Chou, per arrivare a 3 casi di studio: una campagna marketing, una corsa ed un esperimento sociale.

La gamification è l’applicazione di elementi di gioco a contesti non ludici

Il termine gamification è stato proposto per la prima volta dal programmatore di videogiochi inglese Nick Pelling, che nel 2003 fondò una società specializzata in gamification.
Il termine gamification acquisisce una certa popolarità a partire dal gennaio del 2010. Quando il termine cominciò appunto ad aver successo, un famoso game designer americano, Jesse Schell era sul palco di una conferenza a las vegas per presentare un talk dal titolo progettare fuori dagli schemi.

In quella presentazione Schell disegnò un futuro in cui il gaming sarebbe andato oltre le console e sarebbe entrato nella quotidianità. Secondo la visione di Schell del 2010, ogni persona sarebbe diventata parte di un gioco in cui le azioni sarebbero state tracciate e remunerate con premi e punti: dal lavarsi i denti, a guardare gli spot in tv, al camminare è chiaro che gamification è un termine che deriva da game e quindi ha che fare con l’idea di gioco, ma questa idea di gioco, questa associazione al videogame, è in realtà anche un limite alla diffusione della gamification.

Si tratta infatti di un equivoco perché l’obiettivo della gamification non è quello di creare un gioco, ma di applicare delle dinamiche specifiche del gioco ad altri contesti per raggiungere un determinato obiettivo.

È un’attività che in alcune situazioni è in grado di creare motivazioni intrinseche ad attività che ci sentiamo obbligati a fare, portandoci addirittura talvolta a raggiungere le esperienze di flow. Ad esempio linkedin è un social media dedicato al mondo del lavoro, ma sebbene nessuno pensi a linkedin come a un gioco, contiene alcune dinamiche tipiche del game design, come ad esempio il livello di completamento del proprio profilo, che incentiva gli utenti a inserire tutti i dati ed a mantenere il profilo aggiornato.

Ma ad ogni modo, è vero che la gamification ha che fare con l’idea di gioco. vediamo meglio in che senso. qualsiasi gioco, per quanto dia l’idea di essere un tutto integrato, è costituito da elementi più piccoli. nel football americano ad esempio, il pallone, il fischietto degli arbitri, il sistema di punteggio, i pali delle porte e lo stesso campo misurato in yards, oltre alla relazione tra gli oggetti stessi.

Ad esempio quando il pallone esce dal campo. il tempo si ferma. quindi abbiamo un gioco costituito da tanti singoli elementi come i punti, i premi e le classifiche ad esempio. e questi singoli elementi possono essere utilizzati per costruire qualcosa che in effetti non è un gioco. quando infine questi elementi vengono impiegati all’interno di processi organizzativi e di business o comunque in attività non ludiche e si impiegano mescolandoli a qualche elemento che possa introdurre un po’ di divertimento allora si entra nel mondo della gamification.

CAPITOLI

CAPITOLO 8 [Jesse Schell]: le origini della gamification
Era il gennaio del 2010, e sul palco di una conferenza a Las Vegas…
CAPITOLO 9: gli elementi del gioco
Scomponiamo i giochi e scopriamo di cosa sono fatti
CAPITOLO 10 [Yu-kai Chou]: frameworks
Vuoi “gamificare” qualcosa? Ecco da dove partire
CAPITOLO 11: esempi di gamification
Lo smartphone, la corsa e le grandi scale
CAPITOLO 12: conclusioni
Stai per scoprire se è nato prima l’uovo o la gallina

PLAYLIST SPOTIFY

PLAYLIST DI EPISODIO
(trovi le canzoni delle tre puntate sulla gamification)
http://tiny.cc/lqdm4y

PLAYLIST STAGIONE 1
(trovi le canzoni di tutte le puntate della prima stagione, aggiornata ogni giovedì)
http://tiny.cc/ut9f4y

PLAYLIST YOUTUBE MUSIC

PLAYLIST DI EPISODIO
(trovi le canzoni delle tre puntate sulla gamification)
https://goo.gl/9nGPb9

PLAYLIST STAGIONE 1
(trovi le canzoni di tutte le puntate della prima stagione, aggiornata ogni giovedì)
https://goo.gl/ZwSZuE

MUSICA

♫ Walking – 2016 – Queen of Smoke: http://tiny.cc/kdvl4y
♫ Gangrene (No Going Home) – 2019 – Flint Moore: http://tiny.cc/ydvl4y

VIDEO

★ “Design Outside the Box” Presentation: http://tiny.cc/3dvl4y
★ Best Mic’d Up Sounds of Week 17, 2018: http://tiny.cc/8dvl4y
★ Yu-kai Chou at TEDxLausanne: http://tiny.cc/fevl4y
★ All eyes on the S4: http://tiny.cc/kevl4y
★ Wings for Life World Run 2017: http://tiny.cc/mevl4y
★ The Fun Theory 1: http://tiny.cc/revl4y

APPROFONDIMENTI

♦ The (short) prehistory of “gamification”…: http://tiny.cc/uifm4y
♦ When gamification fails: http://tiny.cc/8lfm4y
♦ (caso di studio GAMIFICATION) How Gaming Transforms the Workplace: http://tiny.cc/hkfm4y
♦ (caso di studio GAMIFICATION) The Speed Camera Lottery: http://tiny.cc/blfm4y
♦ (caso di studio GAMIFICATION) McDonald’s Monopoly Game: http://tiny.cc/3mfm4y
♦ (caso di studio GAMIFICATION) Coca-Cola’s Shake It: http://tiny.cc/pnfm4y
♦ (caso di studio GAMIFICATION) SeatPG Connection Game: http://tiny.cc/vofm4y
♦ (caso di studio GAMIFICATION) Road Warrior: Gamification e Storytelling per le reti vendita: http://tiny.cc/4pfm4y

LIBRI

♦ Homo ludens: http://tiny.cc/1cem4y
♦ For the Win: How Game Thinking Can Revolutionize Your Business: http://tiny.cc/1dem4y
♦ Il potere della gamification. Usare il gioco per creare cambiamenti nei comportamenti e nelle performance individuali: http://tiny.cc/9nem4y
♦ Giochi da prendere sul serio. Gamification, storytelling e game design per progetti innovativi: http://tiny.cc/qoem4y
♦ Game Design: Come realizzare game app di successo: http://tiny.cc/spem4y
♦ Actionable Gamification: Beyond Points, Badges and Leaderboards: http://tiny.cc/vtem4y
♦ La realtà in gioco: http://tiny.cc/ddfm4y