Il video marketing e la comunicazione business su YouTube

Oggi le aziende possono attuare la propria strategia di video marketing e produrre i propri video anche con budget ridotti, ma non per questo con scarsi risultati.

Se il contenuto è di valore per i tuoi clienti o potenziali tali, anche uno smartphone ed un cavalletto sono sufficienti… senza tralasciare tuttavia l’importanza delle luci e dell’audio e di un montaggio professionale.

Cosa è il video marketing?

Fondamentalmente il video marketing è l’attività di content marketing (cioè la generazione di contenuti al fine di stimolare la domanda), ma esclusivamente in formato video.

Questo tipo di attività non richiede espressamente YouTube per essere fatta (i video si possono caricare direttamente anche solo su Facebook o su LinkedIn ad esempio), ma resta il fatto che YouTube è il secondo sito più visitato al mondo (vedi le statistiche di Alexa e di Statista) ed il terzo motore di ricerca (Google e Google Images sono rispettivamente il primo ed il secondo).

Quindi, a meno di esigenze specifiche legate ad esempio al player di YouTube od a funzionalità particolari (Vimeo ha senso in alcuni casi specifici) che però non hanno a che fare con il volume di visite, YouTube ritengo sia una piattaforma sulla quale andare a pubblicare i propri video.

Anzi, in alcuni casi suggerisco di mantenere i video solo su YouTube e di pubblicare su Facebook e LinkedIn dei link al video originale piuttosto che video nativi. Ad ogni modo, la strategia migliore va valutata caso per caso.

Cosa racconto in video della mia azienda?

Da un certo punto di vista, la risposta è la stessa che daresti se stessimo parlando di un blog: racconti quello che interessa al tuo target.

Ma con i video è tutto molto più potente. Il video marketing è più potente di un blog per almeno due ragioni:

  • Perchè gli utenti preferiscono guardare un video:
    • dai un’occhiata al Trend 4: Applications traffic growth del White Paper che Cisco ha fatto nel 2017 relativo alle previsioni di crescita del traffico su internet. Il solo traffico video parte dal 55% del 2017 ed arriva al 71% dell’intero traffico nel 2022.
    • non è un caso inoltre se anche Facebook e LinkedIn appunto hanno aggiunto il supporto ai video nativi
  • Perchè un video è multimediale: con un buon montaggio si può rendere facilmente fruibile all’utente un discorso complesso aggiungendo musica, grafica, animazioni, stacchi e tutto quello che fa parte del linguaggio televisivo (evoluto ed adeguato al web) al quale siamo abituati

E considera che, se ben ottimizzati, i video sono indicizzati da Google come gli articoli di un blog.

Si tratta quindi di raccontare diversi aspetti della tua azienda. Si identificano i target a cui si è interessati (un imprenditore, un ricercatore, un responsabile acquisti ed un operatore avranno interessi diversi) e per ognuno si identificano diverse fasi del customer journey.

Quindi si creano contenuti per ogni momento/target che si vuole presidiare.
Personalmente suggerisco alle aziende che seguo di partire a piccoli passi, soprattutto se, come spesso accade, non si ha esperienza di video marketing.
Poi con il tempo si può aumentare la produzione.

Sì, ma chi ci sta poi davanti alla videocamera?

Questo è forse lo scoglio maggiore che ho incontrato… e che capisco perfettamente.

Scrivere un articolo per un blog è una cosa, ma metterci la faccia implica anche tanti altri aspetti, più complessi e che escono dall’ambito puramente professionale.

Dipende comunque da cosa si vuole raccontare.
È indubbio che in ambito B2B, video nei quali si presentano i servizi dell’azienda o si danno informazioni (o addirittura si fa didattica) siano maggiormente apprezzati se si vede chi parla.

Tuttavia esistono diverse soluzioni da valutare caso per caso. Ecco qualche esempio di video per le aziende che non richiede l’uso di personale interno in primo piano:

  • voice over su immagini dei processi di produzione: si registra un particolare processo di lavorazione, focalizzandosi solo sui dettagli se serve, ed una voce fuori campo commenta il video
  • animazioni in grafica 2D: soluzione utilizzata spesso per spiegare servizi, prodotti o processi complessi.
  • video in grafica 3D: qui le applicazioni sono molteplici
  • testimonianze: spesso difficili da ottenere, ma tra i contenuti più efficaci. Si tratta di coinvolgere i propri clienti, raccontando come la vostra soluzione abbia risolto il loro problema. In questo caso spesso nel video si racconta anche la storia del cliente
  • interviste: interviste ad esperti del settore, dove l’intervistatore può stare fuori dall’inquadratura

… e comuque, chissà… magari in azienda qualcuno potrebbe essere contento di farlo.
Se stai valutando una strategia di video marketing per la tua azienda, posso seguirti durante tutta la fase, dalla scrittura fino alla pubblicazione dei video.

Pubblicità su YouTube

YouTube utilizza lo stesso sistema di Google (il motore di ricerca) per gestire la pubblicità. Mette a disposizione tantissime opzioni.

Puoi promuovere i video che hai realizzato nella tua strategia di video marketing (ad esempio per fare brand awareness o per far crescere il tuo canale). Oppure puoi applicare la strategia che è più simile alla pubblicità televisiva (ma molto più potente): realizzare video pubblicitari ad hoc da inserire prima, durante o dopo i video caricati dagli altri utenti.

Si parla di video ad hoc perchè devono essere progettati fin dall’inizio per poter essere efficaci su YouTube. Probabilmente otterresti ben pochi risultati prendendo il video istituzionale della tua azienda o del tuo prodotto ed utilizzandolo per una campagna video.

È molto più potente rispetto alla televisione, perchè si può controllare molto meglio chi vedrà il video, ottimizzando quindi di conseguenza anche il budget.

Ma su YouTube, contrariamente a quanto si possa pensare, si possono gestire pubblicità anche in formato testuale e grafico. Ti rimando all’articolo dove provo a spiegare come funziona il sistema di pubblicità su YouTube se vuoi avere altre informazioni.

Anche in questo caso, posso aiutarti seguendo tutta la campagna, dalla realizzazione del video fino alla gestione ed ottimizzazione della campagna.

Chi sono

Dal 2012 mi occupo di marketing B2B per importanti multinazionali del settore tecnologico e per aziende italiane medio-grandi di diversi settori su mercati internazionali.
Ho progettato e coordinato decine di progetti marketing nazionali ed internazionali, in ambito B2B, dalle campagne di lead generation alla promozione di eventi business, anche in co-marketing.

Collaboro con alcune agenzie di Brescia e Milano.

Sono disponibile come consulente marketing freelance a Brescia, Bergamo, Milano, Cremona, Verona, Parma, Mantova, Modena, Piacenza, Reggio Emilia.

Raggiungibile ovunque via Skype.

Ti invito a leggere la pagina del mio profilo per ulteriori informazioni.

Contattami

Se ti interessa approfondire ulteriormente questa tematica contattami pure scrivendomi una mail o compilando questo modulo.

Se preferisci una telefonata, lasciami qui il tuo numero ed indica nel messaggio gli orari nei quali preferisci che ti richiami
Puoi anticiparmi quali sono le tue esigenze?