YouTube per il B2B: polynerdeia

Un nome “strano” per un canale che sta crescendo molto nell’ultimo mese. Ma andiamo con ordine

Prima volta su questa rubrica? Per il senso del titolo e sul cosa abbia a che fare YouTube con le aziende B2B, ti rimando all’apertura del primo articolo.

Che canale è Polynerdeia

Polynerdeia (che dovrebbe significare qualcosa del tipo “sono una nerd dalle mille sfaccettature“… non sei la sola cara Costanza ?) è un canale di Costanza Polastri e parla di matematica, scienza, fisica e filosofia.

Magari sul significato mi sbaglio (più o meno è quello che si dice nel video di presentazione), ma forse sono stato influenzato dal concetto di multipotenzialità di Emilie Wapnick.

Costanza Polastri, leggo dal suo account Tumblr, è una giovane laureata in fisica ed attualmente sta conseguendo un master in didattica della fisica e della matematica.

E fortunati quelli che seguiranno le sue lezioni! Perchè i (relativamente pochi) video presenti sul canale sono molto interessanti e chiari, con ampio ricorso alle storie (vedi ad esempio la derivata come “rapporto d’amore tra due punti”).

I numeri di Polynerdeia (Dicembre 2019)

Questo è il canale più piccolo che ho recensito fino ad oggi, in questa mia piccola serie sui canali YouTube. Ma come dicevo all’inizio, questo è un canale che sta crescendo tantissimo nell’ultimo mese e, vista la qualità dei video presenti fino ad oggi, probabilmente crescerà ancora molto (ricorda un po’ la storia del canale di Roberto Mercadini).

I numeri di polynerdeya a metà Dicembre 2019, utilizzando i dati ufficiali di Youtube e di Social Blade sono i seguenti:

  • Data di apertura del canale: 10 maggio 2017
  • Numero di iscritti: 49,5k+
  • Numero di visualizzazioni: 1,2M+
  • Numero di video: 27
  • Posizione in Italia per social blade: ND
  • Posizione in Italia per numero di visualizzazioni: 250+
  • Posizione nel mondo per numero di iscritti: 294.489
  • Posizione nel mondo per numero di visualizzazioni: 1.810.197
  • Quando pubblica: nell’ultimo periodo circa un video alla settima

Questo è il grafico della crescita del numero di iscritti al canale

E questo quello del numero di visualizzazioni

I numeri di dicembre non sono disponibili nel grafico, perchè il mese non è ancora finito. Ma vediamo qualche dettaglio in più qui:

  • a fine ottobre il canale aveva 230 iscritti
  • a fine novembre 7.490 (una crescita di oltre 32 volte… in solo mese!!!)… capito perchè ne parlo?

E a dicembre? Secondo le statistiche giornaliere fornite da socialblade, la crescita è stata impressionante. Una media di 1.500 iscritti al giorno, con un picco di 7.800 iscritti in un solo giorno il 2 dicembre.

In estrema sintesi. Per un paio di anni il canale ha avuto pochissimi iscritti. Poi in un mese ne ha guadagnati oltre 7.000. Ed il mese successivo ha fatto lo stesso numero in un solo giorno!

Ecco il segreto per crescere!

Come ha fatto Polynerdeia a crescere?

YouTube è una piattaforma che utilizza diversi algoritmi per spingere i contenuti. C’è un algoritmo che viene utilizzato quando un utente fa una ricerca (simile concettualmente a quello del motore di ricerca di Google).

C’è poi un algoritmo che controlla i video suggeriti. Sia quelli che compaiono alla fine di un video, che quelli che compaiono accanto al video quando si utilizza una visualizzazione ridotta del player.

Ed ancora un algoritmo che controlla i video che vanno in tendenza ed un altro ancora quelli che stanno nella tua home.

Ecco, a quanto pare (ed ancora una volta – vedi Roberto Mercadini, Dario Bressanini o Wesa Channel) un video è stato quello che ha dato il via alla crescita.

Un unico video! Che ha iniziato ad avere successo ed ha “convinto” i vari algoritmi di YouTube a riconsiderare anche gli altri video presenti sul canale. E da lì, la crescita (ovviamente supportata dalla qualità dei contenuti).

Ecco quindi, dopo quattro canali che hanno seguito lo stesso percorso, qual è la chiave della crescita di un canale YouTube:

  • dedizione: non mollare… continuare a fare video
  • qualità: i video devono essere di qualità, altrimenti con un solo video non cresci (cresce quel solo video, ma non tutto il canale)
  • il video giusto al momento giusto: sì, questa è la cosa più aleatoria di tutte in effetti. Ad ogni modo è sempre successo così. Ad un certo punto un video ha preso il sopravvento… uno o più algoritmi di YouTube hanno iniziato a proporlo… la gente ha reagito bene. E la crescita organica è iniziata

Il video in questione, per quanto riguarda Polynerdeia, si chiama “Quanto fa INFINITO + 1?“. Video con un titolo che certamente incuriosisce e scritto molto bene, con un’introduzione (la parte iniziale che può distruggere un lavoro se non curata bene… io ne so qualcosa) con un’introduzione, dicevo, davvero coinvolgente e con un’ottima qualità tecnica (audio e luci soprattutto).

Video, peraltro, vecchio!

Mi spiego meglio. Costanza aveva già girato un video analogo in passato. Ma lo ha rigirato di recente, accorciandolo e migliorandolo. Quindi il video, dal punto di vista di YouTube è nuovo, ma dal punto di vista dell’autrice è qualcosa che esisteva già.

Nel momento in cui sto scrivendo questo articolo (15 dicembre), questo video ha 169k visualizzazioni.

Consigli per l’uso

A me è piaciuto moltissimo un suo video più vecchio (che a quanto pare è diventato popolare dopo che “Quanto fa INFINITO + 1?” è stato pubblicato. Quindi se, come sempre, non sai da dove partire, ecco qui il mio personale consiglio (peraltro questo video ad oggi ha 385k visualizzazioni).

L’area no bullshit

L’area no bullshit è la mia selezione di canali YouTube e video che ritengo rappresentino la maturità di YouTube.
Maturità in termini di qualità dei contenuti e di modo con cui si trattano le tematiche, al di là della tematica stessa.

Selezione che sto creando nel tempo ed alla quale puoi contribuire mandandomi tue segnalazioni

Selezione che sto creando con l’obiettivo di far avvicinare le aziende B2B a YouTube.
Per farlo, YouTube va conosciuto, superando quelli che spesso sono dei preconcetti.

Se ti interessa approfondire le potenzialità di YouTube per la tua azienda, contattami per organizzare un incontro, anche online.