Come aumentare la velocità del sito wordpress con Autoptimize

Migliora significativamente la velocità del tuo sito con questo plugin gratuito, facilissimo da installare.
Ti mostro anche come misurare il miglioramento per verificare la bontà dei tuoi interventi (#senzacodice).

In questo video ti presento uno di quei plugin che in genere è in grado di migliorare in maniera significativa il punteggio di pagespeed insights e di rendere il tuo sito più veloce.

Si tratta di un plugin per la gestione della cache ed alla fine del video ti darò anche un ulteriore suggerimento per migliorare ancora di più le prestazioni del tuo sito. Ho provato i plugin più diffusi (come “W3 Total Cache” o “WP Fastest Cache”).

Tuttavia a mio parere, anche se funzionano benissimo, questi plugin risultano un po’ più complicati da utilizzare. Quello che ti suggerisco qui si chiama Autoptimize e la cosa bella è che spuntando solo qualche casella ottieni subito dei miglioramenti misurabili (come ti mostro nel video appunto)

Ma cosa è la cache?

La cache non è nient’altro che una tecnica per rendere il tuo sito più veloce.

Di fatto, quando un utente richiede una pagina del tuo sito, questa deve essere composta andando ad incollare, diciamo così, diversi pezzetti. La creazione di ogni singolo pezzetto richiede del tempo di calcolo.

Immagina banalmente la home page nella quale nella parte bassa (nel footer) è presente l’anno corrente, calcolato tramite una funziona in php (php è linguaggio di programmazione che si usa con WordPress).

A te non interessa come è calcolato quel valore, ma sai che di fatto quella pagina, agli occhi dei tuoi utenti, cambia solo una volta all’anno.

Ed ecco l’inefficienza.

Per un intero anno, ad ogni richiesta, il server su cui sta girando il tuo sito, deve calcolare ogni volta l’anno corrente, quando invece sarebbe sufficiente calcolarlo una sola volta, in occasione della prima richiesta dell’anno.

Ed ecco che cosa è la cache.

Per migliorare il tempo di risposta di quella pagina, quello che si fa è di memorizzare da qualche parte una copia “statica” di quella pagina, cioè una copia che abbia codificato al suo interno l’anno corrente, senza doverlo ricalcolare, e fare in modo che questa copia statica si rinnovi ogni primo dell’anno.

Questa copia statica si chiama cache e della sua generazione e di altri aspetti analoghi si occupa Autoptmize.

Dopo averlo installato, per l’utente non cambia nulla dal punto di vista del contenuto (il tuo utente continuerà a vedere quello che vedeva prima), ma cambia molto dal punto di vista della velocità.

Il tema della gestione della cache è molto ampio e può diventare anche complesso da gestire, ma nel caso di un sito istituzionale o di un minisito dedicato ad una campagna pubblicitaria, spesso le impostazioni predefinite sono più che sufficienti.

Non è un video per tecnici, quindi se vuoi scoprire anche tu come rendere il tuo sito più veloce, magari con delle alternative a “w3 total cache” o a “wp fastest cache” che sono più complessi, allora il mio video potrebbe esserti utile.