Cosa è Adobe Color e perché è utile?

Adobe Color è uno strumento online che ti permette di creare combinazioni di colore armonizzate (color palette). In altre parole, trova 5 colori che “stanno bene tra loro” senza che sia necessaria alcuna competenza grafica.

A chi serve?

A chiunque abbia necessità di lavorare con un contenuto digitale. Da una presentazione Powerpoint a un documento di testo, da un’infografica alla creazione di un biglietto da visita.

Quanto costa?

Adobe Color è gratuito e può essere utilizzato da chiunque

Come funziona Adobe Color?

Adobe Color, conosciuto in precedenza come Kuler, ha diverse modalità di funzionamento, tutte semplicissime.

Color Wheel

La principale è quella della cosiddetta “ruota del colore” o color wheel appunto.

Al centro della schermata hai un cerchio con tutti i colori; all’interno del cerchio sono presenti 5 punti che corrispondono ai 5 colori selezionati nella tavolozza (le tavolozze sono solo da 5 colori).

Sulla sinistra hai la possibilità di modificare il cosiddetto motore di armonizzazione, che si basa su regole note come Analogous, Monochromatic, Complementary ecc.

Modificando manualmente il codice esadecimale di uno dei cinque colori, e gli altri quattro vengono ricalcolati automaticamente sulla base della regola selezionata.

In questo modo hai sempre 5 colori in armonia.

È un po’ come se tu scegliessi una nota ed il sistema trovasse per te altre quattro note intonate con la principale.

Altre modalità

Oltre alla color wheel, Adobe Color ti permette anche di:

  • Creare un tema colore (sempre di 5 colori), estraendolo da un’immagine che carichi tu
  • Lasciarti ispirare dalle diverse proposte che trovi nella sezione Explore
  • Individuare le combinazioni più usate
  • Salvare le tue combinazioni (per questo devi creare un account gratuito)
La sezione Explore di Adobe Color

Vantaggi

Semplice e intuitivo. Un clic e hai quello che ti serve, senza conoscere la teoria dei colori.

Svantaggi

Io ho sempre vissuto come un limite quello della palette di 5 colori, che a quanto pare è uno standard e dovrebbe essere utilizzato in questo modo:

  • Colore primario: il primo che viene usato. Quello che identifica il brand
  • Complementare: da usare in contrasto con il primario
  • Neutrale: il colore più versatile
  • Scuro: da utilizzare ad esempio per il testo
  • Chiaro: da usare ad esempio per il background o per gli elementi di supporto

Ad ogni modo, se credi che questo elenco sia errato o comunque hai degli elementi in più da darmi, lasciameli pure nei commenti.

Ripeto, spesso mi sarebbe piaciuto avere palette colore più ampie, ma probabilmente è un bene che ci si limita a cinque (ed è un bene che io non sia un web designer ? ).

Alternative ad Adobe Color

Ce ne sono quante ne vuoi. Te ne riporto giusto un paio, ma ne trovi davvero qualche decina online.


Leggi altre recensioni di strumenti digitali qui sul mio blog.