Quali funzioni aziendali sono coinvolte nell’elaborazione di un Piano di Marketing?

Dipendende dalla società e dal mercato nel quale opera, ma ovviamente la funzione marketing è sempre nella definizione del piano marketing.

Ci sono poi diversi scenari che si possono verificare e che vedono il coinvolgimento di altri soggetti:

  • Il marketing non gestisce direttamente il budget: c’è il coinvolgimento del direttore finanziario (o comunque di qualche responsabile dell’area finanziaria) o addirittura del CDA o dell’imprenditore, in funzione di quanto sia grande e strutturata l’azienda e di quanto sia importante la campagna
  • Il piano marketing è relativo ad un prodotto/servizio: in questi casi spesso viene coinvolto il responsabile del prodotto ed eventualmente anche l’area commerciale (magari per verificare la possibilità di un coinvolgimento con i partner)
  • Il piano marketing è interno: non tutti i piani di marketing si rivolgono ai clienti. Un’azienda può creare un piano di marketing il che ha come target i dipendenti o nuovi possibili collaboratori. In tal caso, un’area certamente da coinvolgere è quella delle risorse umane.
  • Il piano marketing prevede ad esempio la presenza di concorsi: in questo caso viene coinvolta la funzione legale. Con l’entrata in vigore della GDPR, gli uffici legali sono stati coinvolti su diversi fronti e quantomeno i piani marketing con qualche obiettivo di lead generation (ma basta anche un tracciamento dei dati del sito web) hanno visto la partecipazione di un esperto in materia. Le aziende più grandi si sono strutturate con procedure e flussi che permettono di “automatizzare” i futuri piani marketing dal punto di vista legale (i piani marketing che rispettano determinati vincoli, passano automaticamente la verifica legale)
  • Si tratta di un piano di co-marketing: quando, per farla facile, a pagare il piano ci sono più aziende, una delle funzioni coinvolte è quella di business development accounting. In sostanza qualcuno che si occupa di trovare il partner interessato e definire l’accordo. Trovato l’accordo poi si tratta di definire tutte le regole di convivenza dei due partner durante il piano marketing. Il problema di “convivenza” lo si ha non solo in occasione di un piano marketing (in genere per una campagna ad-hoc), ma anche ad esempio in occasione di acquisizioni, nelle quali è opportuno avere un periodo di transizione (che può durare anche diversi anni) durante il quale i due marchi devono convivere (chi si ricorda Omnitel-Vodafone ad esempio?
  • In alcuni casi si può coinvolgere anche il reparto IT: oltre alle situzioni nelle quali il prodotto da promuovere è tecnologico, mi riferisco qui ai casi in cui il piano marketing prevede una componente tecnologica da mettere in esecuzione nell’infrastruttura aziendale o comunque sotto la supervisione dell’area IT.

Se tu che stai leggendo dovessi conoscere altre situazioni, mi farebbe piacere conoscerle.

Spero comunque di aver dato una risposta utile.

Seguimi su Quora: https://it.quora.com/profile/Omar-Venturi#
Se ti piace questa risposta, puoi aiutarla a diffondersi visitando il link originale su Quora, votandola e condividendola da qui:

https://it.quora.com/Quali-funzioni-aziendali-sono-coinvolte-nellelaborazione-di-un-Piano-di-Marketing/answer/Omar-Venturi