Cosa è TinyPng e perchè è utile?

TinyPng è un software di compressione delle immagini in formato PNG e JPG, in grado di ridurre i file anche oltre il 70% senza perdita visibile di qualità.

A chi serve

A chiunque gestisca un sito web: blogger, web designer, web developer, marketing manager ecc…

Ma anche a chi si occupa di pubblicità display, per ottimizzare i banner che spesso hanno dei limiti in termini di dimensione massima del file da caricare.

Quanto costa

Il servizio online, all’indirizzo https://tinypng.com/ (o anche https://tinyjpg.com/) si può utilizzare gratuitamente, comprimendo fino a 20 immagini per volta, da non oltre 5MB ciascuna.

Oltre alla versione gratuita esistono anche tre modalità a pagamento, completamente diverse l’una dall’altra.

Interfaccia web pro

25$/anno per poter comprimere un numero illimitato di immagini tramite l’interfaccia web. Con la versione pro, il limite di ogni immagine sale a 25MB ciascuna.

Plugin di Photoshop

65$ per acquistare il plugin per Photoshop. Con un unico acquisto puoi applicare la compressione direttamente da Photoshop, tutte le volte che vuoi e senza limiti.

Disponibile per Photoshop CS5, CS6 e da CC 2013 fino all’ultima versione CC 2019, sia per Windows che per Mac.

WordPress e API

L’algoritmo di compressione è disponibile anche tramite API. Quindi chiunque può integrare questo servizio all’interno della propria applicazione o del proprio sito web.

Inoltre, il servizio è utilizzabile anche direttamente nel proprio sito in WordPress tramite un plugin.

Ogni mese hai 500 compressioni gratuite. È possibile attivare un abbonamento pay-per-use per superare la soglia delle 500 immagini.

Da 501 a 9.999, ogni singola compressione ha un costo di 0,009$.
Oltre le 10.000 immagini, le compressioni hanno un costo di 0,002$.

Quindi 1.000 immagini in un mese hanno un costo di 4,5$.
200.000 immagini in un mese hanno un costo di 465,5$

Come funziona TinyPng?

Il funzionamento è semplicissimo. Basta trascinare i file che si vogliono comprimere nello spazio di upload presente in home page ed il sito inizia subito la compressione. Una volta pronti, i file si possono scaricare uno per uno, copiare sul proprio Dropbox o scaricare in locale in uno zip.

Per quanto riguarda invece l’integrazione del plugin in WordPress ed il relativo funzionamento, ti lascio il mio video (e l’articolo) dove ti spiego passo passo come procedere.

Vantaggi

Riduci la dimensione dei file (e quindi delle tue pagine web) senza praticamente perdita di qualità.

Il servizio è velocissimo e personalmente mi sono sempre trovato bene (lo uso ormai da diversi anni).

Svantaggi

Io non ne ho mai trovati. Sia le 20 compressioni da web che le 500/mese da WordPress sono più che sufficienti per tantissimi contesti.

Volendo cercare il pelo nell’uovo, l’algoritmo supporta “solo” .PNG e .JPG.
Non sono supportate le immagini .GIF… e non è disponibile in italiano.

Alternative a TinyPng

Come dicevo sopra, uso Tiny PNG da tanti anni e non ho mai cercato alternative.

Ho fatto una rapida ricerca giusto per questo articolo ed ho trovato questo servizio – che non ho usato, quindi non so che qualità abbia – che comunque riporto qui.

Si tratta di CompressJpeg, disponibile anche in lingua italiana.

Leggi altre recensioni di strumenti digitali qui sul mio blog.